Vi è mai capitato di essere allegri e spensierati e poi un pensiero negativo vi è passato per la testa cambiando completamente il vostro umore?

Oppure vi è capitato prima di un evento per voi importante, prese un po’ dall’ansia di prestazione, di ripetervi frasi tipo “non ce la farò mai” e poi in effetti non ce l’avete fatta?

O ancora vi è capitato di fare pensieri belli, positivi, di fiducia verso voi stesse e il prossimo e di vedere che tutto intorno a voi “magicamente” andava per il verso giusto? Addirittura anche se qualcuno non era proprio nelle vostre corde o accadeva qualcosa di imprevisto, non aveva poi un peso così rilevante sull’andamento della vostra giornata…

A me tutto questo è capitato diverse volte nel corso della vita, da bambina, da adolescente e da adulta, ma non ne capivo le ragioni. Poi ho iniziato un percorso di crescita personale, e lì le idee diventavano già più chiare, in seguito ho approfondito con gli studi per formarmi come mental coach e, la ciliegina sulla torta, è stata l’incontro con gli insegnamenti, il pensiero, i lavori e le tecniche di Louise Hay.

Louise Hay è stata per me un faro.

È solo un pensiero e può essere cambiato. Louise Hay

Louise è stata una strenua sostenitrice del pensiero positivo, che ha sviluppato attraverso la sua esperienza personale di vita.
Molto spesso il potere dei pensieri e delle parole, la loro energia, la loro influenza sullo stato mentale, sulla nostra vita futura e sulle persone che ci circondano non si conosce o è sottovalutato. Eppure, come scrivevo in un post di qualche tempo fa, ogni pensiero plasma la nostra realtà.

Seguite il mio ragionamento:
Tutti noi descriviamo le nostre esperienze tramite le parole, tramite il linguaggio. Giusto?
Quando accade qualcosa rielaboriamo l’esperienza a livello conscio e soprattutto inconscio e con le parole creiamo una affermazione. Giusto?
Queste affermazioni ripetute creano delle potenti credenze, che guidano la nostra vita, e che determineranno la qualità della nostra vita a seconda che siano positive o negative.
Il punto è che il linguaggio ha un potere fortissimo, ovvero quello di alterare la percezione della realtà che stiamo vivendo e quindi di portarci ad essere imprigionati in paure e ansia se la percezione è negative o ad essere invece liberi, sicuri e sereni se è positiva.

Per questo cambiando il nostro modo di pensare, cambiando il nostro linguaggio cambiamo anche la nostra vita. Il punto fondamentale sta proprio qui: è nella nostra capacità di pensare in modo diverso che risiede il nostro potere di cambiare le cose, di cambiare la percezione delle esperienze.

Essere disposti a cambiare per creare nuovi percorsi di vita grazie al pensiero positivo, non significa negare la realtà, bensì mettere in discussione i nostri schemi mentali, quelli che probabilmente da anni reprimono le nostre emozioni e alimentano paure, rabbia e insicurezza, e liberare così la nostra mente per creare la vita che vogliamo e raggiungere un equilibrio tra corpo, mente e spirito.
Al primo week end di corso “Puoi Guarire la Tua Vita”, l’insegnante ha portato un esempio molto semplice che chiarisce questo concetto: “Se fuori piove non usiamo parole per affermare che fuori c’è il sole, sarebbe negare la realtà. Usiamo invece parole per affermare che nonostante la pioggia, possiamo vivere una giornata meravigliosa”.

Louise è venuta a mancare serenamente a fine agosto, e l’8 ottobre sarebbe stato il suo compleanno. In suo onore ho deciso di dedicare i post di questo mese a lei, per far conoscere le sue tecniche ed i suoi insegnamenti.
In particolare oggi voglio condividere con voi il suo decalogo per amara se stessi.

Louise rispondendo alla domanda di un partecipante ad un corso che le chiedeva quale fosse il segreto del suo successo e della sua serenità, nonostante avesse un passato difficile fatto di povertà abbandono, violenza sessuale e molto altro ancora, rispose con una affermazione molto semplice ma pregna di significato: “quando impariamo ad amare noi stessi, ogni cosa nella nostra vita funziona”.
Questo è il grande insegnamento: imparare ad amare sé stessi.

Vi sembra scontato? Forse si.
La mia domanda per voi è altrettanto semplice: Amate voi stesse? In che modo vi amate? E cosa fate esattamente per amarvi?

L’autostima, l’apprezzamento di sé sono il terreno solido su cui costruire la nostra identità, le nostre relazioni, fare le nostre scelte, essere sereni ed avere successo nella vita.
Oggi condivido con voi il Decalogo che Louise ha stilato per creare una vita piena di amore.
Io sono testimone della sua efficacia.

Il Decalogo di Louise per amare se stessi:

1. Smetti ogni critica
Il criticare non cambia niente. Accettati proprio come sei.
Tutti cambiano: quando ti critichi, i cambiamenti avvengono in negativo.
Quando ti approvi i cambiamenti avvengono in positivo.

2. Smettila di spaventarti da sola
Smettila di terrorizzarti con i tuoi pensieri. È un modo tremendo di vivere.
Trova un’immagine mentale che ti dia piacere (io penso alle rose gialle) e immediatamente fa sì
che il tuo pensiero spaventoso lasci il posto a un pensiero piacevole.

3. Sii gentile, garbato e paziente
Gentili con noi stessi, garbati con noi stessi, pazienti con noi stessi, mentre stiamo imparando il
nuovo modo di pensare. Trattati come faresti con qualcuno che ami veramente.

4. Sii garbato specialmente con la tua mente
Odiarsi è soltanto odiare i propri pensieri. Non odiarti a causa dei tuoi pensieri.
Garbatamente cambia i tuoi pensieri.

5. Lodati!
Le critiche danneggiano l’interiorità spirituale. Le lodi la sostengono.
Lodati quanto più ti è possibile. Ripeti spesso a te stesso quanto fai bene anche ogni più piccola cosa.

6. Sostieniti!
Trova dei modi per sostenerti. Rivolgiti agli amici e permetti loro di aiutarti.
Chiedere aiuto quando se ne ha bisogno significa essere forti.

7. Considera amorevolmente le tue negatività.
Riconosci di averle create per soddisfare un bisogno. Stai trovando nuovi modi di soddisfare
quelle necessità. Perciò lascia amorevolmente andare i vecchi schemi negativi.

8. Curati del tuo corpo.
Apprendi qualcosa sull’alimentazione. Che tipo di “carburante” è necessario al tuo corpo per
avere energia e vitalità ottimali? Apprendi qualcosa sull’esercizio fisico.
Che tipo di esercizio fisico ti è gradito? Abbi caro e rispetta il tempio in cui vivi.

9. Lavora allo specchio!
Guardati spesso negli occhi. Esprimi il crescente senso di Amore che provi per te.
Perdonati, guardandoti allo specchio. Parla ai tuoi genitori guardandoti allo specchio.
Perdona anche loro. Almeno una volta al giorno dì: “IO TI AMO, TI AMO VERAMENTE!”.

10. Amati!
Fallo ORA! Non aspettare di stare bene o di perdere peso o di trovare un nuovo lavoro o una
nuova relazione. Comincia ORA. Fai il meglio che puoi.

(Copyright: Louise L. Hay, 1988)

Buon cammino!

Mi occupo di coaching al femminile e lo faccio per aiutarti a riconquistare la fiducia in te stessa e a realizzare le straordinarie potenzialità della tua mente e del tuo corpo.

Post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.