Qualche giorno fa stavo preparando una sessione di coaching per una cliente che sta vivendo un periodo sfidante in ambito lavorativo e mi sono ritrovata a leggere i risultati di una indagine condotta dal Great Place to Work Institute, la quale ha dimostrato che i tre ingredienti chiave per essere felici sul posto di lavoro sono l’atmosfera che si vive, il supporto che si riceve dai colleghi e dal capo e soprattutto le relazioni che si instaurano. La ricerca concludeva sottolineando come il supporto reciproco nel lavoro aumenti l’efficacia, l’efficienza, la produttività e riduca significativamente lo stress.
Dal mio punto di vista, questa ricerca non fa una piega!
Mi sono soffermata invece a pensare all’efficacia e all’efficienza: ne conosci la differenza?
Questi due termini sono spesso usati come sinonimi, ma in realtà identificano due significati diversi e, per certi versi, uno è il migliorativo dell’altro: l’efficacia indica la capacità di raggiungere l’obiettivo prefissato, mentre l’efficienza si riferisce all’abilità di farlo impiegando le risorse minime indispensabili.
Sono due termini che racchiudono concetti molto importanti per la pianificazione ed il controllo di qualsiasi attività, dal lavoro allo sport, dalle attività domestiche a quelle famigliari…
Per chiarire meglio, ti faccio un esempio in ambito sportivo: ci sono due atlete che si prefiggono come OBIETTIVO quello di correre la maratona in 3 ore e 50 minuti. Entrambe si alleneranno per raggiungere quell’obiettivo ed ognuna lo farà a modo suo, utilizzando le risorse che riterrà più opportune. Giunte al giorno della maratona, chi sarà più efficace e chi più efficiente?
Risulteranno entrambe EFFICACI qualora riescano a correre entro il muro delle 3 ore e 50 minuti.
Risulterà più EFFICIENTE colei che avrà raggiunto l’obiettivo con il minimo dispendio di risorse (tempo dedicato all’allenamento, costi per il personal trainer, mental coach, nutrizionista, materiale tecnico, ecc.).
Questo esempio può essere traslato nel lavoro per la finalizzazione di un progetto, nelle attività domestiche per la pianificazione della spesa o dell’acquisto della casa, nello sport come abbiamo visto e così via in qualunque settore della vita…
Ci avevi mai pensato? Ti viene in mente qualche episodio della tua vita in cui avresti potuto essere più efficiente e sei stata solo efficace?
Come in ogni aspetto della nostra vita, quando prendiamo consapevolezza di qualcosa, e cioè la riportiamo a livello conscio, abbiamo la possibilità di metterla in pratica.
Per questo scopo ti propongo come compito a casa, una serie di domande di auto-coaching che possano aiutare te, esattamente come hanno fatto con me, a ragionare sull’efficienza e a far in modo che da ora in poi quando ti troverai di fronte ad alcune situazioni, saprai da che risorse attingere.
Sei pronta?
Bene, ora prendi il tuo block notes, una penna, mettiti in un luogo che ti rilassa e dove tu possa stare tranquilla per un’oretta, metti come sottofondo una musica rilassante che ti ispiri (se ti può servire) e rispondi a questa serie di domande di auto-coaching.
Pensa ad un’area della tua vita in particolare su cui vuoi lavorare… fatto? Ed ora incomincia.
Buon lavoro!
1. Cosa intendi tu esattamente per efficienza?
2. Perché è importante per te l’efficienza?
3. Quando sei efficiente?
4. Come ti senti quando sei efficiente?
5. Cosa ti dici quando sei efficiente?
6. Come ti vedi quando sei efficiente?
7. Se osservi dall’alto le tue giornate, ti vedi in attesa di una situazione esterna che ti dia uno stimolo per cercare di essere più efficiente o cerchi tu da sola, in ogni situazione, la migliore strategia per esserlo?
8. Come pensi potrebbe migliorare il tuo lavoro se l’efficienza diventasse una tua caratteristica?
9. E come pensi che potrebbero migliorare i tuoi rapporti con i colleghi?
10. Quando sei efficiente ed ottieni i risultati che ti sei prefissata, trai una prova certa dell’esistenza delle tue qualità, o pensi che sia solo fortuna e ti chiedi se la prossima volta riuscirai bene allo stesso modo?
11. Pensi che questa caratteristica ti farebbe apportare un miglioramento anche nei tuoi rapporti sociali e famigliari?
12. In che modo?
13. Pensa ora all’area in cui vorresti migliorare.
14. Quali sono le tre grandi opportunità che non stai cogliendo?
15. Cosa te lo impedisce?
16. Come puoi essere più efficiente?
17. Quali sono le azioni/i processi che hai messo in atto sino ad ora per essere efficiente?
18. Quali sono le azioni/processi che ti serve mettere in campo per diventare più efficiente da ora?
19. Quali sono le azioni/i processi che utilizzi oggi e che se cambiati porterebbero più efficienza?
20. Quale è il tuo atteggiamento quando desideri ottenere maggiore efficienza?
21. Quali risorse hai a tua disposizione?
22. Quali di queste risorse utilizzi al meglio per essere efficiente?
Buon cammino!

Ah dimenticavo! Dopo aver letto l’articolo e risposto alle domande di auto-coaching, ti stai chiedendo il perché del titolo? La risposta la affido alle parole che lo scienziato australiano Adrian Dyer, responsabile di una ricerca finalizzata ad osservare le api per migliorare i sistemi di intelligenza artificiale, ha dichiarato sula rivista Proceedings of the Royal Society:  “Le api da miele sono un modello animale di efficienza di costi e di tempi, ci permettono di studiare come sono elaborate le informazioni in un cervello in miniatura, dotato di meno dello 0,01% del numero di cellule che si trovano in un cervello umano“. Chiaro adesso?

Mi occupo di coaching al femminile e lo faccio per aiutarti a riconquistare la fiducia in te stessa e a realizzare le straordinarie potenzialità della tua mente e del tuo corpo.

1 Comments

  1. Claudia Mantovani ha detto:

    Cara Titty, come sempre mi stupisci!!!! Ottimo esercizio che dovrebbero fare tutti!!!! Entro questa settimana mi riprometto di ritagliarmi un’ora e rispondere a tutte le domande che ho già letto e che richiedono un’attenzione particolare.
    Migliorare la mia efficienza è sempre stato uno dei miei obiettivi.
    Ti farò sapere cosa ne evinco.
    La tua letterine accanita!
    😜

Post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.