Correva l’anno 2020 ed il mondo era stato colpito da una pandemia causata da un virus che stava provocando milioni di vittime… potrebbe essere il perfetto inizio di un libro o la voce narrante dell’apertura di un film di fantascienza, avremmo detto fino a qualche settimana fa, ma invece è proprio ciò che stiamo vivendo oggi.

Sui ogni media si leggono o ascoltano lamentele, critiche, idee complottiste, insomma tanto rumore, tanta energia negativa che arriva nelle nostre case. La situazione contingente sfidante che stiamo vivendo è quella che è, ma chi l’ha detto che, se non possiamo uscire di casa, non possiamo star bene, goderci la vita, continuare ad allenarci, lavorare per il futuro e continuare a fare con gioia le nostre azioni quotidiane?

È l’atteggiamento che abbiamo nei confronti della vita che ne determina la sua qualità.

Ciò che scegliamo di fare con ciò che abbiamo, dove decidiamo di mettere il nostro focus, la nostra attenzione ed i pensieri che decidiamo di avere determineranno il nostro stato d’animo, la qualità della nostra vita.

Prima di tutto dobbiamo pensare che siamo al sicuro. Ti sembra poco?

“Sono disposto a lasciare andare le tensioni. Rilascio tutte le paure. Sono al sicuro.” Louise Hay

C’è del buono da cogliere anche in questa situazione.

Ci sono temi importanti da affrontare, ne sono consapevole e lungi da me sminuire la sfida che stiamo vivendo.

Il punto è: se ci continuiamo a lamentare, a ingiuriare contro i politici, contro altri popoli, contro chissà che cosa, cambia la situazione? Migliora? O invece il nostro stato d’animo diventa sempre più cupo, triste, arrabbiato e apparentemente privo di risorse?

Meno ci lamentiamo più possiamo utilizzare la nostra energia per ingegnarci a fare cose nuove, a progettare il futuro e allargare la nostra zona di comfort. Io faccio così.

“Gli ostacoli non ti devono necessariamente fermare. Se ti trovi un muro davanti, non tornare indietro arrendendoti. Scopri come saltarlo, farci un buco o girarci intorno.”  Michael Jordan

Secondo hai tanto tempo a disposizione.

Se anche tu sei tra coloro i quali dicono di averne sempre poco a disposizione, cogli l’opportunità. Quante volte ti sei ripetuta “appena avrò un po’ di tempo metterò in ordine l’armadio, chiamerò quella persona, leggerò quel libro che ho comprato da mesi” ecc.?
Bene, ora che hai tempo a disposizione, come lo stai impiegando?

Il tempo è il bene più prezioso che abbiamo e per nessuna ragione al mondo va sprecato.
E allora ti chiedo: di cosa deve essere riempito il tuo tempo per definirlo buono?

Il mio buon tempo è fatto di cose semplici, e magari qualcuna può isprare anche te:

  1.  delle persone che amo – oggi anche se non possiamo stare con loro fisicamente, siamo fortunate perché abbiamo tanti mezzi per poterle vedere e sentire più vicine
  2. dello sport – anche in casa possiamo allenarci, ci sono tanti tutorial gratuiti e tanti trainer che stanno mettendo la loro professionalità al servizio della collettività
  3. di letture che mi facciano evolvere e a volte anche svagare – se in casa abbiamo dei libri che abbiamo lasciato li aspettando di avere il tempo, ecco è arrivato il momento, altrimenti possiamo acquistarli su internet o scaricare e-book, ce ne sono tanti gratis in questo momento e non solo libri, anche serie tv e film
  4. di scrivere – che lo faccia con il metodo del Brain Dump, quindi per lo più per progetti lavorativi o con il Journaling, mettendo giù emozioni, pensieri e idee, scrivere aiuta tanto a svuotare la mente, a riordinare le idee, ad organizzare e mappare ciò che abbiamo in mente, a ridurre stree e ansia, a semplificare i pensieri e a volte anche a far saltar fuori la soluzione ad un problema a cui non riuscivamo a venire a capo, provare per credere
  5. di cibo buono e sano (vabbè qualche volta anche io sgarro 😜) – hai tempo per cucinare cose sane, buone, imparare nuove ricette, fare il pane, la pasta, delle torte o ciò che più ti piace
  6. delle preghiere mattina e sera – io credo tanto in Dio che è la mia forza e la mia guida. Tu pratica ciò in cui credi, dedica del tempo, farà bene al tuo spirito, alla tua mente e al tuo corpo
  7. della meditazione – se già lo fai ottimo, altrimenti potrebbe essere il momento buono per incominciare ed iniziare a godere dei benefici che ne derivano
  8. del respiro – il breathwork è una pratica che attraverso il controllo cosciente della respirazione influenza lo stato mentale, emotivo o fisico di una persona, con un effetto terapeutico. Se hai partorito e lo hai fatto naturalmente lo hai sperimentato inconsapevolmente forse, oppure lo hai fatto qualche volta che hai dovuto calmare momenti di nervosismo o semplicemente fare stretching
  9. del riposo –  rest yourself ci raccomandano gli anglosassoni, stacca la spina e riposa, dormi

Queste sono pratiche quotidiane che danno valore al mio tempo, che danno energia al mio corpo, alla mia mente e al mio spirito.

Imparo ogni giorno sempre più a stare in quello che i latini definivano hic et nunc, ovvero nel Qui e Ora.
E in questo periodo in cui siamo costretti a stare a casa, sto apprezzando ancor di più tutto ciò che la vita mi regala e ciò che nella vita mi sono guadagnata.

Voglio vivere così, nel presente perché è ciò che davvero conta, limitando i pensieri al passato (l’unico passato che fa bene è quello di verdure cit. Puja Cristina) e quelli al futuro.

Tu come stai vivendo?

Buon cammino

Mi occupo di coaching al femminile e lo faccio per aiutarti a riconquistare la fiducia in te stessa e a realizzare le straordinarie potenzialità della tua mente e del tuo corpo.

Post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.