cialda barese

Nelle calde giornate estive, in cui abbiamo voglia di mangiare qualcosa di fresco e leggero ma allo stesso tempo gustoso, c’è un piatto della tradizione pugliese che mette d’accordo tutti: la cialda.

E’ un piatto semplice da preparare, buono, nutriente, colorato, allegro ed economico.

Possono essere preparate più versioni, una interamente vegana, che è quella che io preferisco, una versione vegetariana o quella con le proteine animali. E’ un piatto fresco, molto buono, ricco di fibre, ed elementi nutritivi.

  • Patate: sono le regine dei tuberi, sono ricche di vitamina C,  utili nel contrastare i danni causati dai radicali liberi, e di potassio, ottimo aiuto contro l’ipertensione. Le patate aiutano il processo disinfiammatorio dell’apparato digerente ed inoltre sono consigliate per chi soffre di emorroidi in quanto contribuiscono alla formazione di feci  morbide e ne favoriscono l’espulsione. Sono infine consigliate in caso di gastriti, di ulcere dello stomaco e del duodeno, di coliti. Le patate sono ricche di carboidrati complessi e per questo sono moderatamente indicate per chi soffre di diabete in quanto rallentano l’ingresso degli zuccheri semplici nel sangue. Danno un forte senso di sazietà e perciò aiutano a controllare la fame e a perdere peso.
  • Cetrioli: sono composti per il 95% d’acqua ed hanno un apporto energetico ridottissimo. Ottimi  per la depurazione dell’organismo, sono ipocalorici (solo 12 calorie per 100 gr.) e sono grandi alleati di chi vuol dimagrire in quanto contengono acido tartarico, una sostanza che impedisce ai carboidrati assunti di trasformarsi in grassi. Contengono in buona quantità sali minerali, soprattutto potassio, ma anche ferro, calcio, silicio, iodio e manganese. Apportano provitamina A, vitamine del gruppo B e vitamina C. Gli enzimi contenuti nei cetrioli agevolano l’assimilazione di proteine da parte dell’organismo ed hanno anche un’azione purificante e disintossicante sull’intestino. Il consumo di cetrioli aiuta a mantenere regolare la funzione intestinale e a prevenire la formazione di calcoli ai reni e alla vescica.
  • Pomodori da insalata: i pomodori sono ortaggi estivi e come tali andrebbero consumati solo in questa stagione. Contengono vitamine, sali minerali, sostanze antiossidanti e sostanze che facilitano la digestione.  I pomodori, come i peperoni e le melanzane, sono solanacee, una famiglia di vegetali che contiene solanina, una sostanza che se assunta in quantità eccessive, può risultare nociva per l’organismo. I pomodori più maturi contengono meno solanina ed in genere mangiati nella loro stagione ne contengono un quantitativo inferiore rispetto a quelli fuori stagione (cotti o secchi perdono la solanina).
  • Cipolla rossa di Tropea: per la sua bellezza, per i suoi colori, per i suoi sapori è considerata la regina dell’orto. E’ ricca di minerali, è un antisettico naturale, diuretico, lassativo, depurativo, antireumatico. Sono ricche di flavonoidi, andrebbero mangiate crude, perché così contribuiscono ad aiutare il processo digestivo e dicono essere anche afrodisiache…

E dopo aver visto le proprietà nutritive dei vari alimenti, ecco a voi la ricetta, facile e veloce.

 

Ingredienti per 4 persone

800 gr di patate

500 gr di pomodori

4 cetrioli

2 grosse cipolle rosse di tropea

origano

olio e.v.o

sale

Lavare bene le patate e metterle in una casseruola ricoprirle di acqua e metterle sul fuoco per circa 30 minuti. Una volta cotte (inserite la forchetta per assicurarvi che lo siano), scolare l’acqua e lasciarle raffreddare prima di sbucciarle e tagliarle a tocchetti.

Nel frattempo lavare tutte le altre verdure e tagliarle: i cetrioli a fettine, i pomodori a tocchetti, le cipolle a fettine.

Una volta che anche le patate saranno fredde, inserire tutti gli ingredienti in una bella coppa, aggiungere l’origano in abbondante quantità, sale, ed infine olio. Mescolare il tutto e la cena è pronta.

In realtà da noi a Bari si prepara la mattina per mangiarla la sera o addirittura il giorno dopo: lasciata riposare in frigo oltre ad essere fredda è ancor più saporita, avendo avuto i vari ingredienti la possibilità di amalgamarsi.

La ricetta originale prevede che siano inserite anche 2 uova sode ed il tonno.

Io personalmente preferisco la versione senza prodotti di derivazione animale. Al più aggiungo del tofu affumicato e tocchetti o la accompagno ad una fetta di pane ostato con hummus di ceci.

A voi la scelta, purché sia consapevole!

Buon appetito!

#lacambusadiTizi #mangiarsanoebuonosipuò #unaricettaalmese

 


______

Condividi questo articolo sui tuoi canali social!
Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on LinkedIn0

Lascia un commento