13 Set 2017

icon-music Tempo,
Tempo comunque vadano le cose lui passa
E se ne frega se qualcuno è in ritardo
Puoi chiamarlo bastardo
Ma tanto è già andato
E fino adesso niente lo ha mai fermato
E tutt’al più forse lo hai misurato
Con i tuoi orologi di ogni marca e modello
Ma tanto il tempo resta sempre lui quello
L’unica cosa che ci è data di fare
È avere il tempo da poter organizzare
Si da organizzare…  icon-music 

Vi ricordate questa canzone cantata da Jovanotti qualche anno fa?

Il tema del tempo è trattato nella Bibbia, è stato cantato in lungo e in largo, ha fatto discutere filosofi, scienziati, sociologi ed è un tema molto caro anche a noi mental coach.

Nel Coaching il tempo è un fattore fondamentale, che permette di riparametrare avvenimenti, emozioni, stile di vita e molto altro ancora. Il tempo a cui mi riferisco in particolare è il Kairos.
C’è infatti da distinguere tra Kronos e Kairos:
– Kronos si riferisce al tempo cronologico, al tempo quantitativo, al tempo che passa in modo sequenziale e che non si può fermare;
Kairos invece è il tempo di mezzo, il tempo qualitativo, è il momento presente, il qui ed ora, è il momento giusto come dicevano i Greci, nel quale qualcosa di speciale accade.

Kairos è il momento giusto in cui qualcosa di speciale accade.

Se c’è una risorsa che è ugualmente distribuita quella è proprio il tempo. É il modo in cui lo percepiamo, lo utilizziamo e lo organizziamo che fa la differenza, tra il considerarlo un prezioso alleato oppure… il peggior nemico. A te la scelta!

Io in questi ultimi 5 anni ho cambiato parecchio il mio modo di organizzare e vivere il mio tempo, traendone grande giovamento non solo dal punto di vista organizzativo, ma anche fisico, mentale, di miglioramento delle mie relazioni, di tranquillità riacquistata e molto altro ancora. E qui voglio condividere con te le strategie che ho utilizzato. Prendere consapevolezza delle cose è il primo passo verso il cambiamento.

6 suggerimenti per vivere al meglio il tuo tempo:

 

1. Vivi nel qui ed ora
Sai qual è l’unico momento che esiste veramente? Il presente. Pensaci: ieri è già passato, domani deve ancora arrivare, e quindi l’unico momento che possiamo vivere pienamente e concretamente è il qui ed ora. Il qui e ora (kairos) è anche il solo momento che abbiamo per prendere le decisioni che creano il nostro futuro e, come dicevano i Greci, è il momento in cui qualcosa di speciale accade.

2. Modifica la tua routine focalizzandoti su ciò che è importante per te
Focalizza la tua attenzione su ciò che vorresti fare nelle prossime ventiquattrore, restando con un occhio sul dovere e l’altro sul piacere e trova il modo di inserire entrambe nell’arco della tua giornata (leggi il post della scorsa settimana). Lo so, stai pensando che io non ho neanche idea di cosa voglia dire essere nei tuoi panni, ho indovinato? Allora ti chiedo: sei davvero sicura di organizzare il tuo tempo in modo funzionale? Sei proprio certa che non ci sia un modo migliore che permetterebbe di migliorare la qualità della tua vita? Organizza e vivi il tuo tempo rispettando la tua volontà, ciò che hai voglia di fare tu e non aver paura di essere giudicato dagli altri. Come scrive ed insegna Lucia Giovannini in Tutta un’altra vita – TUAV, metodo di cui sono insegnante certificata, “a volte ci ritroviamo a dire di sì solo per sentirci accettati, ma così facendo tradiamo noi stessi. Non preoccuparti del giudizio degli altri, spiega le tue ragioni con gentilezza e non sentirti in colpa se gli altri non capiscono, non è un tuo problema. Mettere le nostre priorità al centro non significa essere egoisti, ma rispettarsi.”

3. Pianifica ciò che devi fare durante la tua giornata
Per essere produttivo ci sono diversi metodi interessanti, tra cui quello di scrivere la sera prima su un quaderno dei compiti tutto ciò che devi fare in ordine di priorità e poi selezionando le sei attività prioritarie da eseguire il giorno successivo.

4. Cerca alleati a cui delegare
Sei proprio certa che tu debba fare tutto da sola, che tutto tutto proprio tutto ciò che fai lo puoi svolgere solo tu e che tu non possa delegare niente a nessuno??? Spesso la tendenza a voler tenere tutto sotto controllo tutto ci porta a sovraccaricarci di compiti che se fossero delegati, non solo renderebbero migliore la nostra vita, ma darebbero fiducia a chi ci circonda. Pensaci!

5. Prenditi del tempo per coccolare te stessa
Ricordati che la prima persona che devi amare e rispettare sei TU. Se riesci a dare amore a te stessa, la qualità della tua vita migliorerà notevolmente e con essa anche la qualità delle relazion che costruirai con i tuoi figli, marito, colleghi, amici. Per questo ritagliati un tempo per te, un tempo per andare a fare un massaggio, un tempo per leggere un libro, per guardare un film, per andare al corso di maglia… insomma qualsiasi cosa che ti faccia star bene. Senza sensi di colpa: stai solo nutrendo la tua anima.

6. Dedica tempo a chi ami
Stare con chi amiamo e con chi ci ama è una grande fonte di energia positiva, un pieno di endorfine e un ottima fonte di motivazione. Fissa una sera della settimana o un pranzo del week end o qualunque momento tu desideri per stare insieme a chi ami, alla tua famiglia, al tuo compagno, ai tuoi figli ed uscite, andate al pub, a cena fuori, al cinema purché sia un appuntamento fisso. Questo può essere anche un modo per rompere la routine, per condividere un’esperienza insieme e per parlare fuori dalle mura domestiche!

E se poi proprio ti accorgi di perdere tempo, perché ogni volta che ti prefiggi di fare tutto questo c’è qualche pensiero del tuo passato che torna a catalizzare la tua mente, ti cambia lo stato d’animo e ti ruba tempo… beh! SCEGLI: decidi quanto del tuo prezioso tempo vuoi ancora dedicare a questo evento del passato, persona o qualunque cosa sia.

Quando avrai deciso di lasciarlo andare immediatamente, prendi un foglio ed una penna e scrivi una lettera al tuo passato. Ringrazialo e ringraziati per ciò che è stato, scrivigli cosa ti ha insegnato e poi… lascialo andare.

Il tuo tempo è oggi, qui, ora ed è un tempo troppo prezioso per essere sprecato.

Buon cammino!

 


______

Condividi questo articolo sui tuoi canali social!
Share on Facebook9Share on Google+0Tweet about this on Twitter2Pin on Pinterest0Share on LinkedIn17

Lascia un commento